03/07/2018

Politiche della qualita', ambiente e sicurezza sul lavoro

NAOS vuole mantenere la propria reputazione di soggetto che opera sul mercato socio-sanitario, educativo ed assistenziale e dell’inserimento lavorativo, coniugando la gestione imprenditoriale puntuale ed efficiente con i valori tipici della cooperazione sociale, le aspettative delle imprese associate e le caratteristiche peculiari che hanno connotato la sua storia, a partire dal 1992 ad oggi.
A tale scopo il consorzio sta consolidando i profondi cambiamenti attuati da un paio di anni ed è in fase di ridefinizione dei propri meccanismi di funzionamento interni per aumentare l’efficacia  delle proprie azioni, sia all’interno della compagine sociale (promozione valoriale, modernizzazione della strumentazione delle associate, ecc.), sia all’esterno (partecipazione a gare d’appalto, interazione continua con le centrali cooperative cui NAOS è associata – Legacoop e Confcooperative…).

Ambiti di realizzazione delle politiche del consorzio sociale NAOS

QUALITÀ

  • mantenimento/miglioramento della coesione interna tra le coop associate
  • incremento delle occasioni di collaborazione diretta consorzio-associate e associate-associate
  • acquisizione di un ruolo forte di interlocuzione con le centrali cooperative in merito a tutte le innovazioni introdotte dalle nuove D.G.R. che ridisegnano ambiti importanti quali la residenzialità in psichiatria e nella disabilità (Dopo di noi)
  • partecipazione qualificate a gare d’appalto, mettendo insieme le migliori competenze delle cooperative associate
  • implementazione di sistemi di gestione che permettano l’efficientamento delle imprese associate, attraverso percorsi comuni che permettano la condivisione di esperienze e difficoltà e l’ottimizzazione delle (sempre scarse) risorse.

AMBIENTE

  • realizzazione di campagne di sensibilizzazione comuni nei confronti dei soci e dei dipendenti delle associate, finalizzate a migliorare le performance ambientali all’interno dei processi di lavoro dei servizi
  • avvio del percorso di definizione di standard ambientali minimi quali prerequisiti affinché NAOS possa procedere all’affidamento di servizi alle associate
  • definizione di strumenti comuni alle associate per incrementare il numero di fornitori che rispettino requisiti ambientali con il duplice obiettivo di aumentare le risorse spese per forniture “amiche dell’ambiente” e conseguentemente ottenere economie di scala


SICUREZZA SUL LAVORO

  • avviare un percorso comune alle associate per definire strumenti di rilevazione e analisi dei dati inerenti gli infortuni sul lavoro e i “quasi infortuni”; nonché sulle metodologie di riduzione dei rischi, con l’obbiettivo di costruire una banca dati interna finalizzata a tesaurizzare le esperienze delle associate e costituire una forte attrattiva per eventuali altre imprese che intendano associarsi in futuro
  • definire piani di sensibilizzazione a tutte le varie figure responsabili dei servizi (coordinatori, referenti, ecc.), su un livello interaziendale, per fare incontrare le persone e per favorire un confronto diretto dei ruoli aziendali che operano sul campo e si confrontano con le problematiche concrete nei servizi
  • definire e sperimentare percorsi di miglioramento della salute dei propri addetti (trasversalmente alle varie imprese), per avviare un’opera di sensibilizzazione anche sugli aspetti inerenti la sicurezza e la salute al di fuori degli ambienti di lavoro.


SISTEMI DI GESTIONE

  • promozione tra le associate di percorsi comuni per l’acquisizione di un sistema di gestione conforme alla L.231/01
  • promozione tra le associate di percorsi finalizzati all’acquisizione della certificazione ISO 45001
  • promozione tra le associate di percorsi comuni di implementazione di sistemi di gestione delle informazioni conformi al GDPR